Metropoli

Autori: Spartaco Albertarelli.
Numero di giocatori: 3 - 6.
Tempo medio di gioco: 1h 30m.
Produttori: Editrice Giochi.
Lingue: Italiano.
Link Correlati: Editrice Giochi

Voto Recensore: (7.5)
Voto Medio: (8.1)

Categoria di Gioco: Costruzione.
Meccanismo di Gioco: Tira e muovi.
Grado di Interazione: Altissima Interazione.
Grado di Divertimento: Molto Divertente.

Visita la Galleria Fotografica di Metropoli
Guarda FOTO

Cerca DOWNLOAD
Atmosfere metropolitane
Anni di giochi specialistici, di boardgames pi? o meno raffinati e complessi ci hanno tenuti lontano dalle produzioni ludiche di massa, vuoi per i titoli spesso sempre uguali oppure non abbastanza convincenti, vuoi per un ingiustificato pregiudizio nei confronti di un settore che ? comunque indubbiamente interessante.
Come si sa, per?, la vita ? fatta di cambiamenti e il caso vuole che ci siamo avvicinati a questo genere di prodotti proprio a distanza di qualche mese dalla perdita del controllo sui diritti di Monopoli da parte Editrice Giochi, momento che ? coinciso con la presentazione da parte dell'azienda di una serie di novit? interessanti, che intendono rilanciare con forza il marchio storico italiano.

Il Mondo Nuovo
Gi?, e ora che Monopoli (o Monopoly come si chiama adesso) viene distribuito dalla Hasbro, Editrice Giochi cosa fa?
Editrice Giochi risponde con un prodotto tutto italiano che ricorda da vicino il gioco dei Parker's Brothers, ma che va al di l? di questo presentando soluzioni nuove, lontane (finalmente) dalle classiche edizioni speciali e dalle "personalizzazioni" di Monopoli a cui ci aveva abituato negli ultimi settant'anni.
Si chiama Metropoli la risposta di Editrice Giochi, una risposta che intende avvalersi di tutta l'esperienza maturata in decenni di produzione e commercializzazione del famoso gioco economico, una risposta diretta proprio a quella fetta di pubblico gi? avvezzo alle caratteristiche del gioco economico-finanziario, capace di adattarsi a un nuovo prodotto senza dover tuttavia cambiare pi? di tanto mentalit? e abitudini.

Riflessi d'autore
Ma quanto ? evidente la presenza di Monopoli nel nuovo gioco a firma di Spartaco Albertarelli, game designer di esperienza, nonch? responsabile editoriale di Editrice Giochi?
Tanto, senza dubbio.
La plancia di gioco ? divisa nelle canoniche 40 caselle che circondano uno spazio interno; mentre tuttavia in Monopoli la parte centrale ? inutilizzata (a parte per contenere i mazzi delle Probabilit? e degli Imprevisti), in Metropoli la parte centrale del tabellone diventa il cuore del gioco stesso, quell'area che con il passare dei turni si popola di costruzioni sempre pi? alte, sempre pi? numerose.
Spariscono le aree destinate alla centrale elettrica, all'acquedotto e alle stazioni ferroviarie, mentre ai quattro vertici, il Tribunale, la Borsa, il Comune e l'Autostrada sostituiscono i ben pi? noti Via!, Prigione, Parcheggio e In prigione!.
Quattro ponti poi, posti ognuno nella casella centrale di ognuno dei quattro lati, aprono su due direttrici (sud-nord e est-ovest) che dividono il settore centrale in quattro quartieri.
Il percorso ? punteggiato di zone "Metropoli" che sostituiscono le aree Imprevisti e Probabilit?, ma che - tutto sommato - possiedono le stesse funzioni.
Le aree di stazionamento (anch'esse organizzate tre a tre e colorate secondo lo stesso stile di Monopoli) vengono messe all'asta al momento dell'attivazione, a cui segue una fase di costruzione.

Grafica r?tro e soluzioni raffinate
Ma prima di affrontare il meccanismo di gioco, vera novit? di Metropoli, una valutazione di grafica e materiali ? obbligatoria, visto che l'ultimo nato di Editrice Giochi si presenta veramente bene.
Colori, materiali, illustrazioni, packaging sono ad alto livello.
Lo stile leggermente r?tro, costante dell'arte grafica di Chiara Vercesi (giovane artista milanese di indubbio talento che si sta da qualche tempo affacciando al mondo dei boardgames), ripropone elementi che suscitano in modo chiarissimo la contestualizzazione storica e geografica del prodotto: il primo trentennio del secolo XX di l? dall'oceano.
E l'affollamento della metropoli sulle rive del grande fiume, le denominazioni in inglese delle strade, dei ponti, tutto contribuisce a rendere il prodotto un gioco di ambientazione assolutamente "americana" o, per meglio dire, "newyorkese" (quindi facilmente esportabile in un prossimo futuro).
Metropoli ? un prodotto grafico raffinato, senza eccessi, che ben si sposa con il livello dei materiali usati: dalla mappa illustrata alle carte (bellissime quelle dei quartieri), dai grattacieli componibili in plastica rossa allo stesso denaro in carta spessa assolutamente piacevole al tatto, dall'illustrazione della scatola ai segnalini in metallo cromato, sei automobiline deliziose in stile "Dick Tracy", che tuttavia si perdono un po' sul tabellone di gioco e risultano in alcuni casi difficilmente distinguibili.

Meccanismi ortogonali
Si diceva del meccanismo di gioco, diverso da quello che ? l'esempio di Monopoli a cui ci siamo costantemente riferiti.
La struttura della parte centrale del tabellone di Metropoli, come si ? detto, ? suddivisa in quattro quartieri, ognuno dei quali formato da nove spazi edificabili.
Ognuna delle aree colorate esterne determina il controllo sui relativi tre spazi posti in posizione ortogonale rispetto all'andamento del percorso.
Pertanto le tre aree gialle - per fare un esempio - controllano ognuna tre "strade" formate da altrettante aree edilizie.
Le tre aree arancioni, poste "dietro l'angolo", coincidono con le stesse aree del giallo, quindi la costruzione di un edificio pu? far parte di entrambe.
Il meccanismo del gioco impone che si possa costruire ovunque, quindi diventa abbastanza complessa la strategia che permetta di agevolare se stessi e non l'avversario.
Questo perch?, naturalmente, il fine ? quello di far pagare ai giocatori avversari il transito su una casella di propriet? e la presenza di edifici aumenta considerevolmente il valore economico della stessa.
Il computo del valore di ogni strada non ? immediato, legato com'? alla presenza di un grattacielo nel quartiere e/o al numero dei blocchi costruiti, ma basta un po' di esperienza per appianare qualsiasi dubbio.
Le carte quartiere, posizionate casualmente su ogni area all'inizio della partita, consentono di variare sempre il valore della stessa.
Non esiste quindi nulla di simile ai valori fissi presenti in Monopoli in cui Vicolo Corto ? sempre zona disagiata contro un Parco della Vittoria che ? invece area da ricchi.
Il possesso dei ponti sui quattro lati, oltre a garantire una rendita, permette poi ai segnalini di attraversare direttamente il nucleo urbano, passando direttamente sul lato opposto (sempre che ci si fermi sopra).
E questa ? un'altra caratteristica importante del gioco di Albertarelli, che fa comunque della interazione fra i giocatori il suo vero punto di forza: tutto ? vendibile, scambiabile, trattabile dai giocatori in qualsiasi momento, consentendo con ci? un quasi totale svincolo da qualsiasi limitazione di regolamento.
La gestione edilizia ? pi? semplice che non in Monopoli (manca ad esempio la gestione delle ipoteche), con qualche riflesso di Acquire nell'ortogonalit? e di Hotels nella tridimensionalit?.
Simpatica ? poi la trovata degli svincoli autostradali: chi capita nella casella Autostrada pu? gettare i dadi e vedere - considerando i valori usciti - dove poter "rientrare" in citt? (tutte le caselle hanno un valore pari al lancio di due dadi).

Oltre Monopoli
Lavorare per anni per un'azienda il cui cavallo di battaglia si chiamava "Monopoli" lascia indubbiamente i suoi segni: il gioco di Albertarelli ripropone una serie di elementi che lo legano fortemente al sistema di gioco del pi? famoso boardgame economico della storia.
Ci? chiaramente un modo voluto. Naturalmente - sia pur nelle sue evidenti e ricorrenti similitudini, unica vera pecca del gioco - Metropoli ? un prodotto abbastanza diverso dal classico dei Parker's Brothers, con una pi? sensibile apertura verso l'interazione fra giocatori, con meccanismi previsionali certamente pi? complessi e meno legati al caso, con un impatto grafico assolutamente superiore e una fluidit? di gioco che non presenta intoppi o difficolt? di comprensione.
Un unico limite potrebbe essere la possibile paralisi analitica conseguente ai calcoli e alle opportunit? di costruzione, ma questa ? piccola cosa.
Per il resto, con un prezzo appena superiore ai 30 ? (magari fosse questa la norma!), si tratta di un gioco che consigliamo vivamente, soprattutto a chi voglia provare qualcosa di nuovo senza tuttavia sconfinare in territori inesplorati e in regolamenti difficili e complicati.


Recensore: Riccardo_Busetto
Aggiunto: March 23rd 2010
Hits: 21726

  

[ Torna Indice Recensioni ]


Metropoli
Postato da il 2013-01-22 12:59:29
Mio Voto: (8)

ceremony with hundreds of guests?6. Pick the venue for the marriage ceremonyThe location of the ceremony of wedding ceremony must be in accordance with the style of ceremony, cocktailkleider online shop cocktailkleider online shop . and the marriage list abendkleider cocktailkleider abendkleider cocktailkleider . If you intend to marry in a very chapel with 200 guests, can be difficult ballkleider und abendkleider ballkleider und abendkleider . 7. Opt for the venue for wedding ceremony receptionMany popular sites for marriage ceremony ceremony farms or as some hotels require reservations for far more than one year in advance especially for high season wedding ceremony ballkleid ausleihen ballkleid ausleihen . 8. Make an album of EngagementIt's time to document your enjoy, and this phase is so precious that the betrothal and wedding? preparation. vintage brautkleider vintage brautkleider . brautkleider kurz brautkleider kurz . Inside a survey of pre-wedding photographers you hire one that seems ideal for the marriage . , you do a photo session for an album

Metropoli
Postato da mufasa il 2010-12-22 10:44:56
Mio Voto: (9)

ho dato 9 a questo gioco perche' per lo scopo per cui e' stato creato, ovvero insidiare la Hasbro nelle vendite del Monopoly, posso dire con certezza di preferirlo all'arcaico tabellone con imprevisti, probabilit?, fiaschi di vino e candele... Pro: Semplice, immediato, pi? ragionato del Monopoly(bisogna stare attenti nelle aste e scegliere bene dove costruire perche' il fallimento e' dietro l'angolo!), graficamente pi? godibile, divertente, interattivo. Contro: 3 dadi da lanciare per un tabellone da 40 caselle forse sono un p? troppi, manca forse un tocco manageriale ulteriore che avrebbe reso il gioco senza dubbio pi? interessante ma probabilmente un tantino pi? complicato. Conclusione: Se siete interessati ad un gioco semplice, divertente ed immediato per passare una serata in famiglia o con gli amici ve lo consiglio! Il voto finale e' quindi 9 che va riferito all'ambito dei giochi che io definisco "flash&funny", senza troppi fronzoli, mai banali ma genuini e molto simpatici, che si basano sulla fortuna ma anche sulla capacit? di saper gestire le proprie risorse (non bisogna mai fare il passo pi? lungo della gamba!). Se cercate un gioco gestionale avulso dalla fortuna o uno strategico "stra-ragionato" cascate male: Metropoli non e' nulla di tutto questo.


Questo sito é pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tutti i materiali, loghi e marchi commerciali riprodotti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Creative Commons License Web site powered by PHP-Nuke

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software and you may redistribute it under the GPL.
PHP-Nuke comes with absolutely no warranty for details see the license.